Su misura per le spose

Servizio clienti: 02 8089 7404

Città in cui offriamo i nostri servizi

Lavanderia per Abiti da Sposa aperta in tutta Italia:
Roma, Milano, Napoli, Torino, Palermo, Genova, Bologna, Firenze, Bari, Catania, Venezia, Verona, Messina, Padova, Trieste, Taranto, Brescia, Parma, Prato, Modena, Reggio Calabria, Reggio Emilia, Perugia, Ravenna, Livorno, Cagliari, Foggia, Rimini, Salerno, Ferrara, Sassari, Latina, Giugliano in Campania, Monza, Siracusa, Pescara, Bergamo, Forlì, Bolzano, Novara, Piacenza, Ancona, Andria, Arezzo, Udine,Cesena,Lecce, L'Aquila, Catanzaro,Potenza

P,IVA: 09903570969

Attente a chi lasciate l'abito!

Avere una lavanderia non vuol dire saper lavare bene un'abito da sposa

Chiari con i prezzi, l'abbiamo detto e manteniamo le nostre promesse. Un prezzo unico per ogni tipo di abito

Molte lavanderie potrebbero offrirvi un prezzo minore all'inizio ma hanno il vizio di aumentare piano piano!

Ci rattrista sentire testimonianze simili, diffondi la voce, non affidatevi a qualsiasi lavanderia solo per un prezzo minore!

Come conservare gli abiti

Spesso le spose non sanno come conservare correttamente il proprio abito dopo il matrimonio e su internet non ci sono sempre abbastanza informazioni a riguardo.

Qui vogliamo spiegare in modo completo come non danneggiare il proprio abito per far sì che si conservi anche con il passare degli anni.

Innanzitutto è sconsigliato appendere gli abiti, se non con l'ausilio di ometti larghi e imbottiti. Questo perché il peso dell'abito può rovinare le spalline nel tempo.

Se il vestito è in tessuto leggero, è sempre sconsigliato appenderlo.

Si deve fare molta attenzione ai vestiti con pesanti applicazioni, soprattutto se cucite su un tessuto leggero perché col tempo il peso delle decorazioni potrebbe strappare il tessuto.

Si deve fare attenzione ai vestiti con spalline sottili, perché spesso non reggono il peso dell'abito.

Gli abiti tagliati di sbieco non devono essere mai appesi perché col tempo tendono a sformarsi.

È consigliato conservare i propri abiti in cassetti, ripiani di armadi o scatole.

La luce accelera i processi di deterioramento del tessuto accorciandone la vita. Per questo gli abiti dovrebbero essere protetti dalla luce il più possibile.

L'ambiente dove vengono conservati gli abiti dovrebbe essere il più possibile a temperatura e umidità costanti, senza bruschi sbalzi.

I materiali con cui i tessuti restano a contatto durante l'immagazzinaggio devono essere realizzati interamente in carta priva d'acido, acid free, adatta proprio a questo scopo. La si può trovare sia in forma di scatole che di carta velina.

La carta velina si deve posizionare tra le piegature dell'abito, per evitare che questi si rovinino nel tempo.

L'abito non deve essere a contatto con la confezione a meno che non ci sia uno strato di carta velina acid free a proteggerla.

Per evitare che i tessuti degli abiti vengano attaccati da insetti, germi e parassiti, si usano vari trattamenti naturali, tra cui l'uso di prodotti specifici derivati dalla lavanda lavorata.

Ma non solo, ci sono anche molti problemi legati a uno scorretto lavaggio dell'abito da sposa,

 

Come lavare e trattare un abito da sposa

Piccolo segreto di LavanderiaSposa